Camionale (strada della)

Strada della Camionale

È una strada che interessa vivamente il tessuto locale, ma per tutta una serie di peculiarità non deve essere classificata come strada cittadina di libera percorrenza, anche se le necessità di traffico lo augurerebbero.
Questa dizione viene riportata solo su un unico ma autorevole testo stampato dal Comune di Genova: vi appare con n° di immatricolazione 2739 e riguarda San Pier d’Arena, Rivarolo, Bolzaneto e stranamente anche Pontedecimo (visto che questa delegazione non è coinvolta col tragitto). Non vengono riportati numeri civici.
Esiste sul Pagano/1940 una “via Camionale” che inizia dal piazzale omonimo ma non dice dove va, forse al casello.
Questa strada non c’è sulla guida delle strade di Genova edizione 1950 nè sul Pagano/1961, ma a dire il vero sulla guida del 1950 non è riportato neppure piazzale della Camionale.
Si riparla di questa via dagli anni in cui si progettano raddoppi (del ponte sul Polcevera), bretelle, nuovi valichi, gronda alta, media e bassa.
Il problema è grosso e la scelta è molto difficile. Tutte le proposte sono in fase di progetti su carta e quindi fatti e disfatti in mezzo a polemiche, insurrezioni popolari in vallate minacciate dal disastro cementizio.
Contrariamente a quando fu decisa l’autocamionale e in pochi mesi ci fu l’avvio ai lavori, qui sono già passati oltre anni e non esiste forse nemmeno più il finanziamento per fare qualcosa perché sicuramente andrà rifatto tutto, con prezzi lievitati.
A pagare sarà sempre la Val Polcevera. A decidere ci sono enti con differenti competenze spesso contrastanti, interessi, mire, programmi politici (tipo i Verdi, ma anche i MM ai LLPP, legati ad una coalizione di governo ove si promuovono le finanze in questa o quella direzione), l’ANAS, la società Autostrade, la Regione, la Provincia, Comune, società di costruzione (tipo COOP7, ecc), comitati, ecc.

 

Bibliografia

– AA.VV – San Teodoro, un secolo in un sestiere – Tolozzi – 1977 – pag. 147
– Il Secolo XIX del 28.9.02 + 26.1.03
– Stradario del Comune di Genova – 1953 – pag. 35
– Pagano/1940 – pag. 225
– Poleggi E. & C. – Atlante di Genova – Marsilio – 1995 – tav. 10-11